Innovation & technology

Gli eccellenti risultati raggiunti nel campo delle nuove tecnologie consentono alla Pavimental di mettere a disposizione dei propri Clienti strumenti avanzati ed efficienti per la gestione delle pavimentazioni, ottenendo sensibili economie di scala, con il minor impatto ambientale ed energetico possibile, grazie alla drastica riduzione del consumo di risorse non rinnovabili.
La Società è leader nella ricerca tecnologica relativa a:

  • rigenerazione degli strati superficiali;
  • recycling degli strati portanti;
  • trattamento degli strati profondi.

L'obiettivo perseguito è quello di sperimentare nuove tecniche per ottimizzare le prestazioni dei materiali utilizzati e per trasformare i materiali "di scarto" in un prodotto finale la cui funzionalità non sia declassata rispetto a quella dello strato originale. In questa direzione Pavimental investe da anni nella progettazione e costruzione di attrezzature specifiche e nella ricerca e sviluppo di nuovi prodotti sempre più eco-compatibili (materiali aggregati, leganti ed additivi).
Questo forte impegno nelle attività di ricerca ha consentito di sviluppare, negli ultimi anni, il riciclaggio in sito a freddo del conglomerato bituminoso con impiego di emulsioni bituminose modificate come legante principale. Nel 2012 sono state prodotte complessivamente circa 113.000 tonnellate di drenante riciclato di cui 16.000 tonnellate sono state prodotte utilizzando fresato riciclato.
Pavimental ha stipulato convenzioni con prestigiose Università italiane per studi e analisi sui materiali.
In particolare con il Dipartimento di Ingegneria civile, edile e architettura dell'Università Politecnica delle Marche sono in corso 2 progetti:

  • studio di un conglomerato bituminoso riciclato a freddo in impianto;
  • all'interno del Progetto di Ricerca ERA (Extreme Recycling of Asphalt), studio finalizzato alla produzione di conglomerati bituminosi contenenti elevati tenori di materiale fresato provenienti dalla demolizione di vecchie pavimentazioni autostradali.